Domenica, 08 Dicembre 2019

N News ed Eventi

Vademecum sui registri delle associazioni e del terzo settore

Dopo aver affrontato la scorsa settimana l'auspicata proroga ottenuta per statuti e terzo settore, proponiamo un vademecum sui registri delle associazioni e del terzo settore.

Il Ministero del lavoro e delle politiche sociali ha illustrato ai dipartimenti regionali competenti le linee guida sugli adeguamenti statutari degli enti del terzo settore.
Il Dicastero ha chiarito anche la natura partecipata del procedimento amministrativo di iscrizione nel registro unico del terzo settore (RUNTS). In particolare la circolare ha rilevato che l’associazione con la modifica statutaria esprime la volontà di permanere nell’ambito del terzo settore, questa volontà può essere espressa secondo le regole dell’assemblea ordinaria fino al termine del 2020 (come prorogato dal decreto crescita).

L’associazione può cambiare idea sulle regole statuarie e modificarle sempre con assemblea ordinaria fino al 2020. Il meccanismo delle modifiche come sopra esposto è valido solo per le associazioni iscritte nei rispettivi registri speciali: organizzazioni del volontariato e associazioni di promozione sociale e ONLUS. Infatti per queste associazioni esistono già registri speciali nei quali gli enti interessati sono iscritti (cfr. registro odv. Art. 6 legge 266/1991, registro aps legge 383/2000, ONLUS registro presso DR Agenzia entrate).
Al contrario per tutte le associazioni che non sono ODV, APS,ONLUS le modifiche statutarie devono effettuarsi con le maggioranze previste dai singoli statuti.



LE DIFFERENZE

Il Ministero delinea un percorso più complesso per le ONLUS in quanto per esse non è prevista la possibilità di trasformarsi in ente del terzo settore fino all’anno successivo alla entrata in funzione del registro unico. Fino a quel momento le ONLUS saranno sottoposte alla normativa di controllo fiscale e al registro specifico presso la Direzione Regionale dell’Agenzia delle Entrate competente.

La circolare specifica che il passaggio tra i vecchi registri speciali e il nuovo Runts avverrà con la c.d. trasmigrazione dei dati informatici dai vecchi organismi all’Ufficio Runts. Alla trasmigrazione dei dati segue il procedimento di controllo che può terminare o con l’accoglimento della iscrizione o con il rigetto dell’iscrizione.
Il procedimento è regolato dalla legge 241/90 (c.d. legge sul procedimento amministrativo), essa pertanto dovrà svolgersi con la regola del contradditorio con l’associazione e con la obbligatorietà della motivazione.



Francesco Domenico Di Maio

 

Direttore: Maurizio Nicita
Comitato redazionale:
Aurelio Viscusi
Suor Francesca Barbanera
Ciro Bisogno.

Email:

info@juvenilia.it

Tel:

+39 064462179